Quello delle allergie e delle intolleranze dei pet è uno degli argomenti di maggiore interesse e di maggior dibattito nel mondo dell’alimentazione veterinaria. Va fatta una distinzione tra le allergie e le intolleranze.

Allergia

Con allergia s’intende una reazione immunitaria eccessiva sviluppata da parte degli anticorpi in presenza di determinate proteine che l’organismo classifica come nocive. Si manifesta con problemi di tipo cutaneo e
forti pruriti.

Intolleranza

L'intolleranza alimentare è invece l’incapacità di assimilare determinate sostanze, che provoca normalmente gonfiore e diarrea. Si manifesta con sintomi gastroenterici, quali vomito e diarrea.

Una predisposizione di tipo genetico associata ad un cibo non adeguato provoca una difficile assimilabilità proteica o l’esposizione all’allergene, rendendo il soggetto sensibile a un determinato cibo.

I maggiori responsabili dei danni sono sicuramente le proteine derivanti dal mondo animale, ma è bene ricordarsi che possono anche essere del mondo vegetale o legati ai coloranti artificiali e agli esaltatori di sapidità.

Per essere sicuri di identificare correttamente queste patologie, ovviamente, bisogna affidarsi ad un professionista che ci indirizzi ad un percorso diagnostico corretto e specifico per il proprio pet.
Dopo aver escluso tutte le altre cause e il veterinario abbia decretato l’intolleranza/allergia alimentare, bisogna iniziare un lungo percorso per l’identificazione dell’alimento responsabile dei sintomi.

Questa è la parte più difficile normalmente da gestire dal proprietario dell’animale. Infatti il primo passo da fare è quello di iniziare una "dieta ad eliminazione".

Nel prossimo articolo spiegheremo meglio in che cosa consiste....

Articolo a cura di:
D.ssa Eleonora Sara Cervato - Medico Veterinario Specializzata in Nutrizione
Consulente progetto Pets Gourmet